Leone

Giovanni Leone è una sorta di “angelo in galera”.

Un’anima bambina, dal cuore umile e generoso, dalla fantasia dolce e dalla disciplina intensa che si manifesta nel disegno e nella fede.

Gli anni del carcere hanno fatto sorgere in lui qualcosa di mistico.. e la grande voglia di dare agli altri, che concretizza con i suoi disegni e le sue riflessioni, che abbiamo (disegni e riflessioni) tante volte pubblicato su questo Blog.

————————————————————————————————-

Dagli abiti all’atteggiamento alla tecnologia, a volte si rischia di perdere se stesi.

Cominciamo ad annunciare la parola di Dio a tutti.

Ovviamente tutti noi vorremmo aiutare i nostri famigliari ed il prossimo ad accettare la buona notizia. Se però i nostri tentativi iniziali non vengono accolti positivamente, il nostro entusiasmo potrebbe affievolirsi, e alla fine potremmo pensare che non ci sia molto che possiamo dire o fare per indurli a rivedere la loro posizione. Nondimeno, qualche circostanza inattesa potrebbe cambiare la vita al nostro famigliare e al prossimo; quando meno il suo atteggiamento. 

Forse nel frattempo avremo affinato la nostra capacità di spiegare gli insegnamenti di vita e di fede per cui ora potremmo ottenere un risultato diverso. 

Dobbiamo stare attenti a non urtare i sentimenti dei nostri famigliari e del prossimo. Non c’è motivo di negare loro la gentilezza e il rispetto che mostriamo a chi incontriamo nell’opera di predicazione e di spiegare di essere schiavi della loro coscienza.

Anziché fare continuamente la predica, con occhi vigili  diamo loro la possibilità di osservare l’effetto positivo che la verità ha avuto su di noi. Mostriamo alle persone care e agli altri come essa ha arricchito la nostra vita.