velieros

Come molte volte ho detto.. con Emidio Paolucci -detenuto a Pescara- ci troviamo di fronte a un Poeta, dove la P maiuscola ci sta davvero tutta.

Oggi pubblico questa sua bellissima poesia.

————————————————————-————————————————–

IL GIORNO E’ APPENA INIZIATO, DACCAPO

Rivedo tutto,

aggiorno i miei sentimenti,

tutti quelli adagiati e sputati

in questi anni poeticamente inutili.

Il silenzio del mattino

mi lascia immaginare un non so che d’impossibile

anche se

mettendo insieme i miei ricordi

ogni mattino mi appare identico.

Serve ancora la poesia?

Invecchierò poeticamente

su cumuli di poesie?

Quello che so è che

continuerò a fare a pezzi la realtà

cercando di rendere presentabile

l’impresentabile.

Le parole

cercano un po’ d’onestà.

Ma i miei occhi

tendono a dare per scontato quasi tutto…

è uno sforzo disumano

rendere memoria a quest’indecenza

è quasi inutile.

Servirà poi a qualcosa?

E’ ora che mi prepari

il giorno è giorno da un po’,

l’aria ha iniziato a ingozzarsi di vita,

il tanfo è quello di sempre.

Di nuovo c’è solo un odore pungente,

di dopo barba scadente.